Stomatomucositi

La stomatomucosite è una patologia della mucosa orale, detta anche stomatite. È un’infiammazione della bocca e colpisce il sottile rivestimento interno del cavo orale.

Esistono diversi tipi di stomatomucosite, tra cui:

  • la stomatite aftosa, l’ulcerosa, la catarrale, la erpetica, la stomatite da antibiotici, da nicotina, di origine tossica, la stomatite di Vincent (una forma caratterizzata da progressiva necrosi).

La stomatite può anche essere classificata in base all’area del cavo orale in cui si manifesta:

  • la cheilite è l’infiammazione delle labbra e intorno alla bocca, la glossite della lingua, la gengivite delle gengive, la faringite della parte posteriore della bocca.

Sintomi

Le stomatomucositi spesso provocano bruciore e dolore; i sintomi variano da persona a persona e includono:

  • le ulcere della bocca con uno strato bianco o giallo e base rossa, di solito nell’interno delle labbra o della guancia oppure sulla lingua;
  • macchie rosse; vesciche; gonfiore; disestesia orale (sensazione di bruciore in bocca);
  • lesioni che guariscono dopo pochi giorni e fino a un paio di settimane e che tendono a ripresentarsi.

Cause

La stomatite può essere causata da una varietà di fattori diversi, che possono sovrapporsi l’uno all’altro nello stesso tempo. Spesso è dovuta a lesioni, infezioni, allergie o malattie della pelle.

Le cause più comuni sono:

  • trauma da protesi o apparecchi dentali mal adattati;
  • morsi all’interno della guancia, della lingua o del labbro;
  • trattamento chemioterapico per il cancro;
  • infezione virale, come l’herpes; candidosi orale;
  • qualsiasi condizione associata a xerostomia o secchezza delle fauci; fumo o masticazione di tabacco.

Altri fattori causali sono:

  • infezioni batteriche;
  • infezioni trasmesse sessualment;
  • sistema immunitario indebolito o carente, irritazione da sostanze chimiche, stress, alcune malattie (tra cui la malattia di Behçet, il morbo di Crohn e il lupus), alcuni farmaci (tra cui sulfamidici, antiepilettici e antibiotici), carenze nutrizionali, reazioni allergiche, bruciature causate da cibi e bevande calde.

È importante identificare la causa della stomatite per poterla trattare in modo corretto.

Diagnosi

Le indagini diagnostiche comprendono un esame fisico, in quanto l’aspetto e la distribuzione delle ulcere offrono al medico indicazioni importanti riguardo alla causa.

Altri test potrebbero includere: tamponi, sia batterici che virali; raschiature o tamponi di tessuto per rilevare l’eventuale presenza di infezioni fungine; biopsia o rimozione di cellule o tessuti per ulteriori studi; analisi del sangue; patch test per identificare possibili allergie.

Il medico esaminerà anche la storia medica del paziente per vedere se un farmaco attuale o precedente possa aver causato la stomatite. Il medico chiederà al paziente anche informazioni riguardo alla sua storia sessuale e al fumo.

Trattamento

Il trattamento per la stomatite dipenderà dalla causa.

Allergia: se è causata da una reazione allergica, il medico cercherà di identificare gli allergeni e di eliminarne gli effetti.

Infezione: la stomatite causata da un’infezione può richiedere un trattamento specialistico e farmaci che variano a seconda dell’origine dell’infezione.

Malattia: se una malattia specifica causa stomatite, il medico cercherà di identificarla e trattarla.

Carenza nutrizionale: un medico può identificare e affrontare i problemi nutrizionali con farmaci o dieta. Diversi prodotti ad applicazione topica sono stati formulati per aiutare a ridurre il dolore e accelerare la guarigione.

Corticosteroidi topici: spesso si applicano in forma di risciacquo e mirano ad eliminare i sintomi per permettere al paziente di mangiare, bere e parlare senza dolore o disagio.

Antibiotici topici: di solito sono in gel o per risciacquo e sono indicati solo se si tratta di un’infezione batterica.

Anestetici topici: si tratta di farmaci che intorpidiscono l’area colpita da stomatite; si possono applicare direttamente alle piaghe per alleviare temporaneamente il dolore.

Ci sono precauzioni di base che le persone possono prendere per cercare di evitare recidive, come: l’utilizzo di un collutorio antisettico e non alcolico; il trattamento della bocca secca cronica; l’uso di uno spazzolino morbido; il mantenimento di una corretta alimentazione e idratazione; attenzione regolare all’igiene orale.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts
Read More

Bulimia nervosa

La bulimia nervosa è un disturbo del comportamento alimentare più diffuso di quanto si creda e ampiamente sottodiagnosticato, soprattutto nelle forme lievi, che possono passare inosservate se non sono i diretti interessati a ricercare un aiuto medico/psichiatrico per affrontarle.
Read More

Amenorrea

Con il termine amenorrea si fa riferimento alla mancata comparsa o all'assenza di flusso mestruale per un periodo di tempo di almeno sei mesi consecutivi.
Read More

Candidosi orale

La candidosi orale, detta anche mughetto, è una condizione caratterizzata dall’accumulo sulle mucose orali del fungo Candida albicans.
Read More

Ernia del disco

Il disco intervertebrale è costituito da una parte centrale cartilaginea deformabile, chiamata "nucleo polposo", circondata da un rivestimento fibroso di contenimento, detto anulus.