Cos’è l’identità sessuale?

L’identità sessuale è un costrutto che indica il modo in cui una persona vive il piacere, il sentimento, il rapporto con gli altri e come agisce la propria sessualità attraverso scelte comportamentali, ed è direttamente influenzata dall’esperienza che la persona fa in quanto appartenente a un genere.
Sono quattro le componenti dell’identità sessuale: sesso biologico, identità di genere, ruolo di genere e orientamento sessuale (Fig.1).

Il processo di differenziazione sessuale inizia precocemente: già alla fecondazione dell’utero avviene la determinazione genetica del sesso del nascituro.
Gli esseri umani hanno 22 paia di autosomi e un paio di cromosomi sessuali (X e Y) che definiscono il sesso biologico: le femmine hanno due cromosomi X, mentre i maschi hanno entrambi i cromosomi X e Y.

L’identità di genere invece, si riferisce a come la persona percepisce il proprio genere e sente di essere maschio/uomo, femmina/donna, o una combinazione di queste due definizioni.
Nella maggior parte dei casi l’identità di genere si sviluppa in accordo con il sesso biologico.
Tuttavia, possono capitare condizioni in cui il processo di differenziazione sessuale procede in modo anomalo, con risultante sviluppo atipico dell’identità di genere. Coloro che sono nati con disturbi dello sviluppo sessuale presentano uno sviluppo atipico del sesso cromosomico, gonadico e anatomico.
Ad esempio, i genitali esterni potrebbero non corrispondere con le gonadi e/o i cromosomi sessuali, per cui l’identità di genere del bambino potrebbe uniformarsi ai cromosomi e alle gonadi, ma non ai genitali.

Alcuni però, possono percepire un’incongruenza tra il genere esperito ed il sesso biologicamente assegnato, anche in assenza di anomalie congenite, con uno sviluppo tipico di cromosomi, gonadi e genitali. Essi si identificano con il genere opposto, mostrano comportamenti e atteggiamenti non conformi al proprio genere, e potrebbero trovare sgradevoli i propri attributi fisici sessuali.
Non sempre chi ha esperienze di varianza di genere si identifica nel sesso opposto a quello assegnato: ci sono persone che hanno identità di genere non binarie, per cui non si riconoscono in nessuno dei due generi proposti, e si trovano in una condizione non definita. È il caso anche degli individui gender fluid, la cui identità di genere è variabile e si modifica, e si possono sentire a volte maschi, e a volte femmine.

Se l’identità di genere è l’esperienza privata della persona in relazione al genere di identificazione, il ruolo di genere è l’espressione comportamentale pubblica di questa percezione interiore.
Money ha definito il ruolo di genere come “insieme di tutte quelle cose che una persona dice o fa per rivelare (il proprio) status di ragazzo o ragazza, uomo o donna, rispettivamente. In ciò è inclusa, ma non solamente, la sessualità nel senso di erotismo”.
Anche Stoller distinse tra identità di genere, intesa come consapevolezza di appartenenza a un determinato genere, e ruolo di genere, definito come il comportamento manifesto messo in atto nella relazione con l’altro.

In generale, il ruolo di genere corrisponde agli atteggiamenti e ai comportamenti che sono attribuiti al genere di appartenenza, ed è influenzato dagli stereotipi sociali condivisi. Infine, l’orientamento sessuale indica l’attrazione emozionale, romantica e/o sessuale di una persona verso individui di sesso opposto, dello stesso sesso, o entrambi.
Nel caso dell’omosessualità l’attrazione è rivolta verso individui dello stesso sesso di appartenenza, nell’eterosessualità verso individui del sesso opposto, nella bisessualità verso individui di entrambi i sessi.

La pansessualità è un orientamento sessuale caratterizzato dall’attrazione estetica, sessuale o romantica per delle persone indipendentemente dal loro sesso o identità di genere.
Esiste anche la polisessualità, che al contrario si riferisce a coloro che sono attratti da più di un sesso ma non vogliono identificarsi come bisessuali, poiché ciò implicherebbe l’esistenza di soli due generi sessuali.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts
Read More

Il rigurgito

COME RICONOSCERLO Il rigurgito è la risalita involontaria di contenuto gastrico in faringe, all’interno o fuori dalla bocca,…