Arsina: cosa fare?

L’arsina è un gas che viene maneggiato allo stato puro nell’industria o che viene liberato inaspettatamente da altri metalli, quando entrano in contatto con l’idrogeno nascente. L’arsina ha la proprietà di emolizzare gli eritrociti maturi e anche a concentrazione molto bassa viene inalata, raggiungendo rapidamente il sangue attraverso i polmoni. I sintomi principali sono vomito e dolori addominali. Nei casi più gravi si sviluppa un edema polmonare ed è possibile che il paziente vada in coma.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi è quasi sempre sostenuta dall’anamnesi. La misura dell’arsenico nel sangue e nei tessuti ha un valore quasi sempre retrospettivo. Le trasfusioni devono essere iniziate il prima possibile e il danno renale deve essere trattato in modo conservativo.

Fonte: Vadecum di terapia degli avvelenamenti di Roy Goulding

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts
Read More

Coronografia

La coronarografia, detta anche angiografia coronarica, è una tecnica radiologica invasiva utilizzata in ambito cardiologico per visualizzare il decorso e lo stato delle arterie coronariche (i vasi arteriosi che avvolgono il cuore e che garantiscono il rifornimento di ossigeno e nutrienti al muscolo cardiaco), soprattutto quando si ha un forte sospetto che vi siano stenosi dovute a placche aterosclerotiche od occlusioni parziali dovute a coaguli (trombosi) associate a un elevato rischio di ischemia cardiaca oppure aneurismi a rischio di rottura.