Rapporti sessuali dolorosi (Dispareunia): cosa sapere e cosa fare

Capita a molte donne di avere dei rapporti sessuali dolorosi in una certa fase della propria vita, soffrire quindi di Dispareunia, descrivibile come dolore genitale persistente o ricorrente che si verifica a volte prima, a volte durante o anche dopo il rapporto sessuale, una condizione talvolta dovuta a vari problemi vaginali, talvolta a problemi di ordine psicologico.

Ma quali sono i sintomi che si possono accusare quando si verifica questo problema ?

Quando si soffre di Dispareunia si possono avere alcuni disturbi come:

  • un dolore solo a inizio penetrazione;
  • un dolore continuativo dopo la penetrazione e durante il coito;
  • un dolore persistente anche dopo il rapporto sessuale;
  • senso di bruciore e fastidio anche per la semplice introduzione di un tampone assorbente.

Quali sono le cause che possono provocare dolore durante un rapporto sessuale ?

Molte e diverse possono essere le cause responsabile di un rapporto doloroso, che variano in dipendenza del tipo di dolore e del movimento sessuale che lo causa (spinte), se solo a inizio del rapporto o se durante l’atto.

Le cause fisiche possono essere :

  • una struttura morfologica vaginale non idonea;
  • alcune patologie specifiche dell’apparato genitale femminile (endometriosi);
  • irritazioni, traumi, lesioni preesistenti o post chirurgici (isterectomia, oncologia);
  • un calo ormonale dopo un parto, in fase di allattamento, o post menopausa;
  • una insufficiente lubrificazione;
  • l’azione di alcuni farmaci che riducono sensibilità e lubrificazione vaginale;
  • infezioni vaginali e infiammazioni;
  • un atto sessuale non sufficientemente preceduto da preliminari;
  • ansia, depressione, paura di non piacere al partner;
  • paura dell’intimità;
  • preoccupazioni per il proprio aspetto;
  • problemi di relazione.

Tali fattori possono contribuire a un basso livello di eccitazione e un conseguente disagio o dolore.

Perché rivolgersi innanzitutto al proprio medico di famiglia ?

Sicuramente per superare ogni imbarazzo e condividere con un esperto il problema per una valutazione medica mirata del tipo di dolore, delle circostanze in cui si verifica, se solo con lo stesso partner o meno, se in determinate posizioni o altre.
Il medico dovrà escludere, attraverso indagini specifiche come l’esame pelvico, l’ecografia ed un esame visivo vaginale, escludendo man mano possibili fattori, per inquadrare le cause reali del dolore durante i rapporti sessuali.

Allora come risolvere la Dispareunia ?

  • Rivolgendosi in ogni caso al proprio medico curante ed eventualmente al proprio Ginecologo;
  • escludere possibili cause organiche (es.Diabete, Cardiopatie,ecc), ricorrendo a indagini ed accertamenti clinici;
  • esaminare la propria sfera personale ed emozionale del rapporto di coppia per individuare eventualmente i fattori alla base del disturbo;
  • intraprendere, se il medico lo ritiene, una terapia risolutiva del disturbo allorché causato da una causa ben determinata utilizzando farmaci specificamente indicati, o in casi più facilmente risolvibili utilizzando prodotti intravaginali per migliorare la lubrificazione;
  • se viene accertato che il disturbo provenga da un disagio psicologico o psichico, il medico saprà indirizzare la paziente verso un percorso di psicoterapia risolutiva del problema.
Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts
Read More

Ecografia

L'ecografia è una tecnica diagnostica di imaging basata sull'impiego di ultrasuoni, semplice e rapida da eseguire, innocua, indolore e a basso costo che, proprio per queste sue caratteristiche favorevoli si è estremamente diffusa negli ultimi 30 anni, in innumerevoli ambiti clinici.