Conseguenze dello stress lavorativo in sanità

In sanità lo stress lavorativo può assumere particolari caratteristiche in relazione alla specifica professionalità richiesta. Lo stress lavorativo può dipendere da: errore medico, infortunio lavorativo, conflittualità lavorativa, compromissione della capacità del medico, riduzione della qualità di vita e patologie organiche.

Il carico di lavoro eccessivo, una supervisione inadeguata, un ambiente di lavoro stressante sono tra le cause riconosciute alla base dell’errore medico. Competenza professionale e ambiente lavorativo, quindi, sembrano intrecciarsi in termini dinamici. Un ambiente di lavoro stressante condiziona la vita relazionale lavorativa con un incremento esponenziale della conflittualità tra gli operatori. Ciò si ripercuote sulla competenza del medico e sulla sua capacità di empatia nei confronti del paziente. Il medico avrà altro a cui pensare e non riuscirà ad essere sereno e a relazionarsi con la persona che si troverà difronte. Fumo di sigaretta, irritabilità, cinismo e abuso di alcolici o farmaci sono solo alcune delle conseguenze dello stress lavorativo. L’azienda sanitaria deve essere in grado di prevenire tali situazioni e pianificare azioni di monitoraggio dello stress dei lavoratori.

Fonte: Non ho tempo per… Come logora curare: operatori sanitari sotto stress di Ferdinando Pellegrino

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts
Read More

Le abilità cognitive

Le abilità cognitive possono essere migliorate con l’esperienza, grazie all’apprendimento, l’elaborazione, la pianificazione e l’adattamento. Il grado di…