Cellulite

La cellulite è un’alterazione su base infiammatoria del tessuto sottocutaneo ricco di grasso (pannicolo adiposo), innescato dal ristagno di liquidi dovuto alla cattiva circolazione venosa e linfatica (la linfa è un liquido che scorre in canali paralleli ai vasi sanguigni, raccogliendo i materiali di scarto dell’organismo).

Questo comune inestetismo, che per ragioni ormonali interessa pressoché esclusivamente le donne, può comparire anche nelle persone magre, perché non dipende tanto dalla quantità di grasso corporeo presente, ma dall’alterazione delle fibre collagene (che conferiscono elasticità e tonicità al tessuto sottocutaneo) e della distribuzione delle “cellule grasse” (adipociti) localizzati in specifiche zone del corpo.

Cause

La formazione della cellulite è legata principalmente all’azione degli ormoni sessuali femminili, che favoriscono la ritenzione di liquidi e il deposito di grasso sottocutaneo a livello di cosce, fianchi e glutei.
Fattori predisponenti sono, invece, la familiarità, l’abitudine a portare indumenti stretti, l’abuso di alcolici, il fumo, la dieta sregolata e ricca di sale, la sedentarietà e il sovrappeso.

Sintomi

Il segno distintivo della cellulite è rappresentato dalla presenza di gonfiori localizzati e “pelle a buccia d’arancia” (con avvallamenti e noduli ben visibili dall’esterno, soprattutto comprimendo una porzione di cute tra le dita), in particolare a livello delle cosce, dei fianchi e dei glutei.
Le zone interessate da cellulite, di norma, sono molto poco toniche e facilmente deformabili con una modesta pressione (che può anche causare dolore a causa dell’infiammazione dei tessuti).

La cellulite non va confusa con la “pseudo-cellulite”, un’altra condizione caratterizzata da “pelle a buccia d’arancia”, ma non legata all’infiammazione del pannicolo di grasso sottocutaneo superficiale.
La “pseudo-cellulite” è dovuta al fatto che il grasso presente nelle zone più profonde spinge “verso l’alto” quello dello strato superficiale. Diversamente dalla cellulite vera e propria, questa condizione migliora molto quando le persone in sovrappeso dimagriscono e in seguito all’aspirazione dei cuscinetti adiposi (liposuzione).

Diagnosi

Per la diagnosi di cellulite è sufficiente la semplice visita medica.
Soltanto in casi selezionati, il medico può prescrivere alcuni esami di laboratorio per valutare eventuali alterazioni ormonali o metaboliche che possono essere all’origine o coesistere con il disturbo. 

Tra gli stili di vita

Contro la cellulite non esiste una cura miracolosa e risolutiva.
I rimedi disponibili hanno l’obiettivo di migliorare la microcircolazione, liberare le cellule di grasso intrappolate e curare l’infiammazione dei tessuti.  

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts
Read More

Cheratite

La cheratite è una condizione oculare determinata dall'infiammazione della cornea, la membrana trasparente che riveste la parte centrale anteriore dell'occhio, in corrispondenza dell'iride e della pupilla, e che viene attraversata dalla luce diretta verso la retina.
Read More

Ipermetropia

L'ipermetropia è una patologia oculistica in cui il bulbo oculare è troppo corto e non consente una corretta messa a fuoco.
Read More

Xerostomia

La xerostomia, nota anche come “bocca secca” o “secchezza delle fauci”, si riferisce a una condizione in cui le ghiandole salivari non producano saliva a sufficienza per mantenere la bocca bagnata.
Read More

Tracheite

La trachea è un organo dell’apparato respiratorio, fa parte delle vie aeree inferiori ed è situata tra la laringe e i bronchi.